7 o77 meraviglie: i dati su Arezzo, le idee sulla città

Numero 56 in Italia e numero 7 in Toscana. Queste le posizione di Arezzo nella classifica Ben Vivere curata dal quotidiano Avvenire. Lo studio verrà presentato sabato 9 novembre nei locali del Cas Tortaia. L’iniziativa è di Acli e Koinè.

Il vivere bene in una città – ricorda Avvenire – è determinata da una serie di fattori, dei quali la ricchezza pro-capite, lo sviluppo economico e le opportunità occupazionali sono una parte importante sì ma niente affatto esclusiva, che anzi, quando non ben governati, possono persino essere controproducenti.  “Avvenire” ha perciò deciso – in collaborazione con la Scuola di economia civile e con il supporto di Federcasse – di costruire una classifica del “Ben-vivere nei territori” che tenesse conto di questa complessità di fattori

Ne è emersa una misura tradizionale del benessere, costruita con un punteggio medio nei domini e negli indicatori selezionati dal gruppo di ricerca, che però riflette la scala di attenzioni e priorità fissate nei focus group. Privilegiando gli aspetti che i recenti studi empirici su soddisfazione e senso della vita dimostrano essere fondamentali. Ad esempio: la qualità dei servizi alla persona, la possibilità di dar vita a nuove iniziative economiche, l’offerta formativa, la salvaguardia dell’ambiente, la capacità di accogliere e tutelare la vita nelle sue varie forme.

La classifica ha visto al primo posto Bolzano e al secondo Trento. Firenze è quarta. Arezzo è al numero 56 e al settimo tra le toscane

Il convegno aretino, “7 o 77 meraviglie”, utilizza una frase attribuita a Marco Polo da Italo Calvino ne Le città invisibili: “D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”. E la classifica di Avvenire sarà lo spunto dor un percorso di studio e confronto sylla realtà sociale ed economica di Arezzo.

Gli interventi introduttivi saranno di Matteo Bracciali, Vice Presidente Federazioni Acli Internazionali e di Paolo Peruzzi, Direttore generale di Koinè. Lo studio verrà presentato da Leonardo Becchetti  economista, professore ordinario di Economia politica presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Seguiranno 4 sezioni dedicate ad anziani, lavoro, ambiente e sicurezza. Quindi video interviste e testimonianze che verranno commentate da Giancarlo Gambineri, Segreteria provinciale Spi Cgil; Silvia Russo, Segreteria provinciale  Cisl; Alessandra Pedone, Coordinatrice Centro Francesco Redi e Paolo Peruzzi, Direttore Koinè

Le conclusioni saranno di Francesco Riccardi, caporedattore di Avvenire.

L’evento avrà inizio alle ore 10 e si concluderà alle 13 nella sede del centro di aggregazione sociale Tortaia in via Alfieri ad Arezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *