Festa provinciale: chiarimento sul dibattito “Ripartire dalla cultura per sostenere lavoro e sviluppo economico”

In relazione al dibattito dal titolo “Ripartire dalla cultura per sostenere lavoro e sviluppo economico“, in progamma giovedì 5 luglio alla festa provinciale delle Acli di Ponticino con la presenza degli onorevoli Boschi e Mugnai, precisiamo e facciamo chiarezza su due passaggi:

  • la scelta di tenere il confronto nei locali parrocchiali al chiuso è dettata da motivazioni organizzative. Oltre a garantire un clima di sicurezza e di ordine pubblico alla presenza di due relatori tanto importanti, infatti, in parallelo nel palco all’aperto si svolgerà una commedia. Già in passato, inoltre, è stato più volte optato per svolgere i confronti all’interno per garantire un clima di maggior attenzione, maggior ascolto e maggior partecipazione del pubblico;
  • il dibattito avrà un tema preciso e le domande sono state preparate dal moderatore prendendo spunto da un dossier elaborato dall’Iref – Istituto di Ricerche Educative e Formative per le stesse Acli in cui viene analizzata la situazione aretina per prevederne i futuri scenari economici e sociali. Per farlo sono stati chiamati due onorevoli di schieramente diversi e una figura neutra come il presidente nazionale delle Acli. L’obiettivo è dunque che il dibattito rimanga su questi temi e si svolga in un positivo clima costruttivo che da sempre caratterizza la festa delle Acli. La discussione con i presenti dovrà essere regolata e gli interventi del pubblico dovranno essere necessariamente legati all’argomento.
  • per arricchire la discussione e prevedere contributi dalle principali posizioni politiche, avevamo inviato un invito ufficiale scritto ad un’onorevole del M5S che, purtroppo, non ha nemmeno ricevuto risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *