La Fap Acli si ritrova ad Arezzo per il congresso regionale

Il congresso regionale della Fap – Federazione Anzini e Pensionati delle Acli sarà ad Arezzo. Sabato 28 maggio, a partire dalle 10.30, il B&B Hotel in via Einstein ospiterà quarantacinque delegati da tutte le province della Toscana che daranno vita a una mattinata di confronto e di riflessione dedicata a tematiche quali welfare, previdenza e disuguaglianze. L’appuntamento rappresenterà un’occasione per riflettere sulle principali problematiche collegate ad anziani e pensionati, tracciando gli orizzonti operativi per il quadriennio 2022-2026, strutturando le proposte che verranno presentate al prossimo congresso nazionale e rinnovando le cariche elettive del sindacato aclista.

“Nuovi Orizzonti per la Fap-Acli: da protagonisti sul territorio per ridurre le disuguaglianze” è il tema dell’incontro in cui sarà proposto un focus particolare sulle evoluzioni di difficoltà e bisogni della terza età fatte emergere con ancora più forza dall’emergenza sanitaria (dalle precarie condizioni economiche all’aumento dei casi di solitudini e non-autosufficienza). Questo dibattito sarà condotto anche insieme agli operatori e ai responsabili delle sedi provinciali del Patronato Acli che, insieme alla Fap-Acli, sono impegnati nello sviluppo di servizi e di risposte in ambito previdenziale con particolare attenzione anche verso la situazione pensionistica. Il congresso, moderato dal presidente regionale delle Acli Giacomo Martelli, sarà aperto dai saluti del segretario regionale della Fap Acli Luigi Fanciulli e dalla riflessione dell’accompagnatore spirituale don Aldo Celli, poi si susseguiranno una serie di interventi e di relazioni tenuti da Elena Pampana (delegata allo sviluppo associativo regionale delle Acli), da Piercarlo Pennacchini (presidente regionale del Patronato Acli), da Paolo Formelli (vicesegretario nazionale della Fap Acli) e di Luigi Scatizzi (presidente provinciale delle Acli di Arezzo). «Per la Federazione Anziani e Pensionati delle Acli – commenta l’aretino Formelli, – è un anno di grande dinamismo e di forte rinnovamento che trova espressione nei diversi congressi organizzati a tutti i livelli dal provinciale al nazionale. Ci sono, infatti, tante tematiche da discutere che spaziano dall’adeguamento del sistema pensionistico al dialogo intergenerazionale su cui fare rete con l’obiettivo di strutturare e avanzare nuove proposte. In questo percorso, una tappa importante sarà rappresentata dal congresso regionale che siamo felici di poter ospitare nella nostra città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *