Le Acli augurano buon lavoro a giunta e consiglio comunale

Le Acli di Arezzo augurano buon lavoro alla nuova giunta e al nuovo consiglio comunale. L’attuale situazione sanitaria ed economica richiederà una particolare sensibilità da parte dei rappresentanti delle istituzioni per cogliere le problematiche emergenti del territorio e per individuare soluzioni adeguate, dunque l’associazione invita a vivere un mandato all’insegna di senso di responsabilità, spirito di servizio e attenzione verso le situazioni di bisogno.

In quest’ottica, le Acli rinnovano la piena disponibilità all’amministrazione per un confronto volto ad approfondire l’attuale situazione socio-economica alla luce anche della propria rete di contatti quotidiani con i cittadini. I servizi di Caf Acli, Patronato Acli e Federazione Anziani e Pensionati Acli, oltre ai quaranta circoli diffusi in tutta la provincia, rappresentano vere e proprie cellule per individuare e per percepire i temi prioritari su cui intervenire per favorire un concreto aiuto alle persone e ai territori. Tra le istanze prioritarie rientrano, ad esempio, la riqualificazione delle periferie anche in termini di sicurezza e decoro, un piano di rilancio per le attività produttive ed economiche, un impegno per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e la previsione di politiche di sostegno alle famiglie ancor più importanti a causa delle situazioni di precarietà emerse con l’emergenza sanitaria. Queste tematiche sono state analizzate dalle Acli nel corso del percorso congressuale vissuto nell’ultimo anno e saranno al cuore anche dei programmi di sviluppo dell’associazione del prossimo quadriennio. «Alla giunta e al consiglio comunale auguriamo un buon lavoro – commenta Sergio Grazzini, vicepresidente delle Acli di Arezzo. – Gli amministratori sono attesi da un periodo particolarmente delicato che richiede anche l’attivazione di reti con altre associazioni e realtà della città, dunque le Acli provinciali rinnovano la loro disponibilità per un costruttivo confronto con le istituzioni orientato a perseguire il bene comune e lo sviluppo della città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *