Le Acli di Arezzo attivano una raccolta fondi per Amatrice

AREZZO – Il cuore delle Acli batte per Amatrice. Con questo slogan, il movimento aclista di Arezzo ha avviato una raccolta fondi che sarà orientata al sostegno del paese più drammaticamente colpito dal terremoto di quindici giorni fa. La campagna vuole creare una rete di solidarietà su tutto il territorio e, per questo motivo, dalla sede centrale delle Acli saranno coinvolti tutti i quarantun circoli delle vallate e i loro seimiladuecento tesserati per avviare un impegno comune capace di rendere veramente significativa questa iniziativa. In questo senso, i primi ad attivarsi sono stati il circolo di San Leo che per venerdì 9 settembre ha organizzato una cena solidale e il circolo di Casanuova di Laterina che devolverà parte del ricavato della sagra del bastoncello in programma da mercoledì 7 a domenica 11 settembre, ma nei prossimi giorni verranno organizzate tante altre iniziative nell’intera provincia che, in collaborazione con la Fap – Federazione Anziani e Pensionati, saranno coordinate da Mauro Giovacchini e da Massimo Casucci.
Questa campagna resterà attiva per un mese da giovedì 8 settembre a sabato 8 ottobre e, in questo periodo, le Acli prenderanno contatti con le istituzioni di Amatrice per individuare i soggetti a cui destinare l’intera somma raccolta, che sarà poi consegnata direttamente dai dirigenti dell’associazione. Al termine della raccolta, sarà tracciato e pubblicato un bilancio consuntivo dei risultati raggiunti per perseguire la massima trasparenza e per dare visibilità ai circoli che hanno maggiormente contribuito all’iniziativa. «Le Acli di Arezzo – commenta il presidente Stefano Mannelli, – hanno sposato e dato seguito ad una campagna avviata dalle Acli nazionali per portare un contributo ai territori colpiti dal sisma, con l’obiettivo di progettare interventi che favoriscano la “tenuta” delle comunità locali, con una particolare attenzione ai giovani e agli anziani. Invitiamo tutti gli aclisti a contribuire e a dimostrare il grande cuore e il grande impegno sociale che da sempre caratterizza la nostra associazione».

Arezzo, mercoledì 7 settembre 2016

0001

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *