Le Acli di Arezzo piangono la scomparsa di Antonio Nicolò

AREZZO – Le Acli provinciali di Arezzo piangono la scomparsa di Antonio Nicolò, storica figura che ha contributo al recente sviluppo e al radicamento dell’associazione. Grandi competenze e una forte carica di umanità gli hanno permesso di essere uno degli aclisti più apprezzati e stimati degli ultimi anni, con un forte impegno in ogni ambito dal provinciale al nazionale. Nicolò ha infatti ricoperto nella seconda metà degli anni ’90 il ruolo di presidente provinciale, poi ha fornito la sua disponibilità anche alle Acli toscane e dal 2001 al 2005 è stato presidente regionale; più di recente, infine, ha portato il proprio contributo anche come consigliere nazionale e infine come membro attivo del consiglio di presidenza di Arezzo fino agli ultimi giorni della sua vita. In questi ruoli il suo contributo è stato determinante nel configurare l’attuale universo delle Acli aretine, favorendo il recente assetto dei servizi e la crescita del movimento a livello territoriale. L’aclista combatteva da tempo contro una malattia che ha avuto la meglio su di lui giovedì notte per un improvviso arresto cardiaco all’ospedale di Perugia, all’età di cinquantanove anni. In un momento tanto doloroso, il presidente delle Acli provinciali Stefano Mannelli, il consiglio di presidenza e l’intera associazione si stringono intorno alla moglie, alla famiglia e a tutti i cari.

 

https://www.facebook.com/ufficistampa.egv/photos/a.1377283419232584.1073741828.1377277279233198/1573154209645503/?type=3&theater

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *