Le Acli di Arezzo piangono la scomparsa di don Luigi Granelli

Le Acli di Arezzo piangono la scomparsa di don Luigi Granelli. Il sacerdote aveva novantanove anni ed era stato parroco di Ponticino per sessantotto anni dal 1947 al 2015, quando è stato accolto presso la casa di riposo di Gargonza dove è deceduto alle 4.40 di giovedì 23 aprile. Il suo lungo servizio pastorale nella parrocchia del paese valdarnese è stata un’occasione per stringere una positiva collaborazione con il locale circolo delle Acli con cui ha condiviso tante iniziative orientate soprattutto all’educazione e alla formazione dei giovani.

Lo stesso circolo ricorda l’importante ruolo ricoperto per quasi sette decenni da don Luigi a Ponticino, configurandosi come un punto di riferimento e di accompagnamento spirituale ma anche come una figura di sostegno rispetto ai problemi della quotidianità e alle diverse evoluzioni sociali dal secondo dopoguerra fino ai più recenti anni. «Don Luigi è stata una grande persona ed un amico delle Acli – ricorda il presidente provinciale Stefano Mannelli. – Insieme a lui abbiamo condiviso tante feste provinciali della nostra associazione organizzate proprio a Ponticino, facendo sempre affidamento sulla sua sensibilità e disponibilità. Ricordiamo la sua umanità, la sua schiettezza e il suo amore profuso verso tutti i parrocchiani: i sessantotto anni di sacerdozio e di prossimità ad una comunità testimoniano il grande vuoto che questo lutto lascia in chi ha avuto il privilegio di conoscerlo. In questo momento, le Acli si stringono intorno al circolo di Ponticino e all’intera collettività».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *