Nonni e nipoti insieme alla festa della Fap-Acli a Ruscello

Una giornata di festa per unire nonni e nipoti. Domenica 20 ottobre torna il tradizionale appuntamento con la “Festa dei Nonni” promossa dalla Fap – Federazione Anziani Pensionati delle Acli che rappresenterà un’occasione di incontro intergenerazionale orientata a consolidare i legami familiari e a valorizzare il contributo fornito dalla terza età nell’attuale situazione sociale. L’iniziativa sarà ospitata dalla mattina dai locali del centro di aggregazione sociale di Ruscello e proseguirà fino al tardo pomeriggio, sviluppandosi tra la Santa Messa delle 10.30, il pranzo conviviale delle 12.30, il concerto dell’orchestra di fiati della Croce Bianca di Arezzo diretta dal maestro Massimo Ceccarelli delle 15.00 e la successiva processione per le vie del paese con la statua della Madonna del Rosario delle 17.00.

I protagonisti della “Festa dei Nonni” saranno gli stessi soci della Fap-Acli (un sindacato che nella sola provincia di Arezzo vanta oltre 4.300 tesserati), che ogni anno partecipano a questo evento capace di aggregare persone di tutte le età e di proporre momenti di riflessione legati al ruolo degli anziani che sono sempre più un’imprescindibile risorsa quotidiana per le famiglie e per la stessa società. I recenti anni della crisi economica, infatti, hanno evidenziato una sempre maggior presenza dei nonni per il sostegno a figli e nipoti, a cui dedicano il loro tempo e le loro risorse, senza rinunciare ad un parallelo impegno anche nel mondo del volontariato e dell’associazionismo. La necessità di valorizzare il contributo degli anziani e di consolidare il legame intergenerazionale sarà alla base anche dell’iniziativa di Ruscello e sarà ribadita nel corso della giornata dagli interventi del segretario provinciale della Fap-Acli Angiolo Chini e del vicesegretario nazionale della Fap-Acli Paolo Formelli. «L’obiettivo della festa di Ruscello – commenta Formelli, – è di riunire intorno ad un tavolo i nonni e i nipoti per proporre una giornata in cui passare del tempo insieme, consolidare i rapporti e condividere esperienze».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *