PROGETTO RicollocAzione – 5×1000 alle Acli

Premessa

Negli ultimi 12 anni il tasso di disoccupazione in Italia è aumentato di 4,5 punti percentuali, passando dal 6,9% del 2006 all’11,4% del 2017. Il nostro Paese risulta quindi il terzo in Europa per tasso di disoccupazione (ricerca del Centro studi ImpresaLavoro, realizzata su elaborazione dei dati Ocse contenuti nel report Employment Outlook 2018). Nel periodo di tempo considerato la crescita degli italiani di età compresa tra i 15 e i 64 anni e senza lavoro (pur avendolo cercato attivamente) è risultata superiore a quella di quasi tutti gli altri Paesi europei. Peggio di noi hanno fatto solo Grecia (+12,6 punti percentuali, passata dal 9,1% al 21,7%) e Spagna (+8,8 punti, passata dall’8,5% al 17,3%).

L’Italia ha registrato una performance nettamente peggiore della media dei Paesi Ocse, in cui il tasso di disoccupazione nel 2017 era del 5,9% (-0,4 punti rispetto al 2006), e perduto il confronto con moltissimi altri Paesi europei. In particolare con la Polonia (-9,0 punti percentuali, passata dal 14% al 5%), la Germania (-6,6 punti, passata dal 10,4% al 3,8%) e la Slovacchia (-5,1 punti, passata dal 13,3% all’8,2%). Sempre negli ultimi 12 anni, il tasso di disoccupazione è invece sceso di un punto percentuale in Regno Unito (passando dal 5,4% al 4,5%) mentre è salito, ma di appena 0,7 punti, in Francia (passando dall’8,5% al 9,2%).

Nel 2006 il nostro Paese si collocava al 14esimo posto per tasso di disoccupazione (con un valore pari al 6,9%) tra i Paesi UE monitorati dall’Ocse.

Il livello di insicurezza del mercato del lavoro (la probabilità di perdere il posto e restare senza reddito) italiano è il quarto più alto all’interno dell’area Ocse dopo Grecia, Spagna e Turchia.

Nel mese di settembre 2018 (dati ISTAT) il tasso di disoccupazione è salito al 10,1%, 0,3% in più rispetto ad agosto, mentre il tasso di disoccupazione giovanile è leggermente aumentato dello 0,2%, attestandosi al 31,6%. Il dato è stato leggermente superiore alle stime degli analisti che avevano previsto un aumento del 9,9%. Secondo i dati Istat l’occupazione è diminuita dello 0,1% rispetto al mese precedente, circa 34 mila unità in meno. Nel periodo considerato, coloro che cercano lavoro sono aumentati del 3,2% corrispondente a 81 mila unità.

In Toscana il tasso di disoccupazione nella fascia 35-54 anni è pari a 13.3% (dati ISTAT).

 

Descrizione del progetto

Il progetto intende proporre un percorso di sostegno alla ricerca di occupazione per soggetti fuoriusciti dal mercato di lavoro di età compresa tra 40 e 50 anni residenti nella provincia di Arezzo. Il progetto, in collaborazione con la Camera di Commercio di Arezzo, prevede un percorso formativo che illustri e spieghi l’evoluzione e gli scenari di occupabilità sul territorio, oltre a fornire strumenti operativi utili a ricollocarsi. A mero titolo esemplificativo e non esaustivo degli argomenti che verranno affrontati, si parlerà di ‘Tecniche di ricerca attiva del lavoro’, ‘Come si scrive un curriculum vitae’, ‘Come affrontare un colloquio di lavoro’.

A chiusura del percorso formativo, ai partecipanti verrà offerta l’opportunità di sostenere un colloquio presso aziende/ditte/enti segnalati dalla Camera di Commercio.

Parallelamente all’azione rivolta alle persone disoccupate, si svilupperà anche un intervento formativo rivolto agli operatori sociali dei servizi ACLI, per dotarli di competenze specifiche sulla ‘ricerca attiva del lavoro’.

 

 

Obiettivi

Obiettivi di utilità sociale del progetto: 

  • Rafforzare le competenze dei soggetti disoccupati partecipanti al progetto, rispetto alla ricerca di un nuovo lavoro.

 

Obiettivo strategico interno:

  • Formare i propri operatori sociali per renderli più competenti nel saper leggere i bisogni e cogliere le richieste di aiuto delle persone che si rivolgono ai servizi Acli, relativamente alle difficoltà legate alla perdita/ricerca di lavoro

 

 

Attività

  1. Elaborazione criteri di selezione dei disoccupati per la frequenza al percorso formativo
  2. Elaborazione percorsi formativi
  • Rivolti ai disoccupati
  • Rivolti agli operatori sociali Acli
  1. Selezione disoccupati
  2. Predisposizione materiali studio (dispense)
  3. Avvio percorsi formativi
  4. (Eventuali) Colloqui presso aziende
  5. Evento conclusivo

 

 

 

Cronogramma

ATTIVITÀ 2018/2019  
Dic. 18 Genn. 19 Feb. 19 Mar. 19 Apr. 19 Mag. 19
Elaborazione criteri selezione disoccupati X
Elaborazione percorsi formativi X
Selezione disoccupati X
Predisposizione materiali studio (dispense)   X
Avvio percorsi formativi     X X
(Eventuali) Colloqui presso aziende     X
Evento conclusivo X

 

 

 

Piano economico – budget € 21.000

Personale
Personale Camera Commercio selezione + 2 incontri formazione € 2.500

 

Segreteria 5 mesi contratto € 4.800
Formatore 1 18 incontri (8 x operatori sociali Acli + 7 x disoccupati) Prestazione  occasionale € 5.000
Formatore 2 4 incontri x operatori sociali + 1 x disoccupati Prestazione occasionale € 1.500
Totale € 13.800
Attrezzature, affitti, noleggi
3 PC + stampante € 3.000
Totale € 3.000
Materiali di consumo
Toner € 200
Cancelleria: Cartelline, risme, penne, spillatrici € 500
Totale € 700
Altro
Affitto (4 mesi) stanza segreteria e aula formativa € 2.000
Stampa dispense € 500
Donazione Acli4Africa € 1.000
Totale € 3.500
 
TOTALE PROGETTO € 21.000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *