Quattro posti per il servizio civile dalle Acli di Arezzo

Quattro posti dalle Acli di Arezzo per vivere l’esperienza del servizio civile. L’associazione ha presentato i nuovi progetti rivolti a ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni che, tra il 2021 e il 2022, potranno scegliere di vivere un anno di crescita umana e professionale in diversi ambiti operativi collegati al sociale, godendo così dell’opportunità di muovere i loro primi passi nel mondo del lavoro. Le domande di partecipazione potranno essere presentate in via digitale fino a lunedì 8 febbraio e, nel frattempo, la segreteria provinciale delle Acli resterà a disposizione per fornire tutte le informazioni utili per una scelta consapevole e in linea con le aspirazioni di ogni futuro civilista.

I tre progetti, tutti con sede nei locali dell’associazione di via Guido Monaco, propongono diversi percorsi d’impiego nei vari ambiti operativi delle Acli per assecondare le passioni e le prospettive dei giovani e, allo stesso tempo, per permettere loro di svolgere un incarico realmente utile per il territorio. La prima opportunità è “Partecipo Presente – Comunità resilienti, vivaci e rigenerative” e, con particolarmente riferimento all’emergenza sanitaria, ambisce a formare animatori di comunità capaci di attivare nuovi processi educativi, ludici e culturali a seconda delle esigenze locali. “Invecchiamo Attiva-Mente” è il secondo progetto che porrà i ragazzi a stretto contatto con la terza età per valorizzare la memoria e le risorse collegate agli anziani, mentre “Change. Promuovi il cambiamento” si inserisce nell’ambito delle azioni volte all’affermazione dei diritti di tutti e all’attivazione di nuovi servizi di accoglienza, supporto, ascolto, informazione, consulenza e collegamento con reti di condivisione sociale.

I quattro civilisti delle Acli di Arezzo saranno accompagnati dagli operatori locali di progetto Martina Ferrini e Riccardo Sestini in un percorso di formazione per conoscere l’universo e le finalità che animano l’operato delle Acli sul territorio locale per arrivare poi a realizzare le attività di progetto. L’esperienza avrà una durata di dodici mesi articolati in venticinque ore settimanali e con un rimborso mensile di 439,50 euro; per saperne di più è possibile visitare il sito www.scelgoilserviziocivile.gov.it che rappresenta il portale di riferimento per l’orientamento e l’informazione. «Le Acli di Arezzo – spiega Matteo Bracciali, responsabile nazionale del Servizio Civile Acli, – sono da sempre attente alla promozione di percorsi rivolti ai giovani per la formazione e l’inserimento in contesto associativo. Il servizio civile rappresenta un’occasione di crescita personale, con una scelta di impegno che permetterà di svolgere un incarico utile ai bisogni della comunità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *